'Piccole fiabe per grandi guerrieri': i racconti contro il cancro di Matteo Losa

Scrittore e fotografo, in cura e in lotta da 12 anni contro un tumore, Matteo ha scritto 9 favole per affrontare la realtà e vincere le paure. "Le fiabe - dice - esprimono la fame di lieto fine che mi muove ogni giorno." Sabato 30 Marzo sarà a Colleferro

Cronaca Medicina e Salute Redazione 29/03/2019
Titolo:
Warning: Illegal string offset 'didascalia_1' in /web/htdocs/www.nannimagazine.it/home/admin/gestione_news.php on line 1046

Fonte:
Warning: Illegal string offset 'fonte_1' in /web/htdocs/www.nannimagazine.it/home/admin/gestione_news.php on line 1052

di FRANCESCA NANNI - Nelle dediche sulla prima pagina del suo libro ringrazia spesso adulti e bambini per credere nelle fiabe tanto quanto lui, esortando ad avere fiducia gli uni negli altri per realizzare grandi cose perché, come recita il suo hashtag, #insiemesipuo. Così ‘Piccole fiabe per grandi guerrieri’ del fotografo e scrittore milanese Matteo Losa diventa uno strumento potentissimo, nella sua semplicità, “per vincere le proprie paure, affrontare la realtà e guardare il mondo con lo sguardo fiero di un guerriero”. Proprio come insegnano le fiabe.

Nasce così ‘Piccole fiabe per grandi guerrieri’ ed il suo tour italiano di presentazione che Sabato 30 Marzo arriva a Colleferro (RM) presso la Libreria San Graal, in Via Salvo D’Acquisto. Un incontro con l’autore con il quale dialogheranno la giornalista Gianna De Santis, l’editor Sara Deodati ed il pubblico che interverrà per scoprire un mondo rivolto non solo ai piccoli ma anche e soprattutto ai grandi; un modo per aiutarli a non perdere il “bambino” che c’è dentro ognuno di loro. Di noi!


[Matteo Losa, il suo libro e il suo impegno con AIRC-Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro]

Un progetto iniziato per caso, grazie alla sua
 passione per la scrittura e che, attraverso il crowdfunding (un finanziamento collettivo per sostenere progetti di persone e organizzazioni, ndr), lanciato dallo stesso autore in cura e in lotta da 12 anni contro il cancro, ha permesso a Matteo due anni fa di pubblicare il libro ed iniziare a raccogliere fondi per l’AIRC-Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, in particolare per i bambini nei reparti di oncologia. Un progetto che nasce dal basso ma che punta in alto con un sorriso e una forza dirompente, intercettato dalla casa editrice Mondadori che propone a Matteo una pubblicazione più ampia e solida.

Un libro attraverso il quale l'autore racconta per primo la sua battaglia quotidiana contro la malattia e come lui stesso affronta ogni giorno emozioni, sensazioni e paure che nelle sue fiabe diventano strani personaggi come il criceto pettirosso, il contadino saggio e Rosaspina. Figure attraverso le quali conoscere e confrontarsi con la rabbia, la gioia, dalla sorpresa il disgusto, la tristezza, lo spavento. Ogni fiaba mette di fronte a lettori grandi e piccini vizi da evitare e a virtù da coltivare. Magari per arrivare alla fine del libro ed aver fatto tesoro di ogni singolo insegnamento, per essere domani grandi guerrieri dal cuore nobile.


["Non mollare mai!"]

“La fiaba perché tenuto accesa in me la speranza nei giorni più bui - scrive Matteo sul suo sito web www.fairitales.it -, è lei che esprime al massimo la fame di lieto fine che mi muove quotidianamente, e per questo ho voluto ringraziarla, cercando di riportarla di moda". Dal libro, dunque, ad un progetto narrativo più ampio, evoluto ed artistico le fiabe si trasformano in ‘Fairitales’, un grande laboratorio dove prendono vita idee editoriali ed artistiche (libri, storie fotografiche, streetart, etc) perché la collaborazione di diverse arti e discipline spiega Matteo, “credo siano l'unica strada per arrivare insieme laddove non possiamo arrivare da soli...#insiemesipuo!" E ricordate..."La malattia, come la guerra non si vince con la disperazione ma con la speranza. E niente infonde più speranza di una fiaba!"

LINK
- Fairitales (Sito web)
- Fairitales (Facebook)