'Vademecum della salute', con FrecciaRosa la prevenzione viaggia ad alta velocità

Dal primo al 17 ottobre a bordo dei FrecciaRossa nella tratta Roma-Milano consulenze e visite gratuite di medici ed esperti dedicate alla salute delle donne e, più in generale, a tutta la famiglia con attenzione ai bambini ed al tema del rischio genetico

Salute e Prevenzione Redazione 02/10/2014
Titolo: Anna Tantangelo e la professoressa Adriana Bonifacino durante la conferenza stampa

"Viaggiare informate", è proprio il caso di dirlo, come in autostrada, così in treno, sull'alta velocità a bordo del FrecciaRossa di Trenitalia. Dal 1 al 17 ottobre, infatti, nella tratta Roma-Milano e ritorno dal lunedì al venerdì, medici ed esperti saranno a disposizione delle viaggiatrici per offrire loro consulenze e visite su richiesta anche al seno. L'iniziativa, assolutamente gratuita e giunta quest'anno alla sua terza edizione, è stata realizzata da FS Italiane, insieme all'Associazione IncontraDonna Onlus nella persona della residentessa, la professoressa Adriana Bonifacino, e con il patrocinio del ministero della Salute. Una campagna di sensibilizzazione nata per la prevenzione delle patologie prettamente femminili che, se scoperte in tempo, spesso possono essere curate. Per questo a bordo delle carrozze del FrecciaRossa alle passeggere sarà distribuito anche materiale informativo con depliant e dispense per tutta la famiglia. La prevenzione, infatti, non è solo per le donne, ma anche per gli uomini con  buone abitudini alimentari e corretti stili di vita, con un'attenzione particolare ai bambini ed al tema del rischio genetico.


[Da sinistra: Antonella Clerici, l'AD di Ferrovie dello Stato Michele Mario Elia e la professoressa Adriana Bonifacino ]

L'iniziativa è stata presentata il 1ottobre scorso alla Stazione Termini insieme alle due testimonial la conduttrice tv Antonella Clerici e la cantante Anna Tatangelo che prima, della presentazione, hanno mostrato a tutti la T-Shirt della salute, che i volontari indosseranno sui treni FrecciaRosa durante la campagna di sensibilizzazione, perché come recita lo slogan impresso sulle magliette, "le donne viaggiano ad alta velocità". "Ho sempre avuto un legame speciale con i treni, sin dai tempi in cui conducevo 'Il treno dei desideri' - racconta Antonella Clerici in conferenza stampa - ecco perché penso sia meravigliosa l'idea di un treno tinto di rosa per comunicare una tematica cosi importante come la prevenzione dei tumori al seno". "Il treno è il luogo ideale per raccontarsi - aggiunge la conduttrice - un posto dove le persone si sentono libere di parlare anche delle loro esperienze personali".

Come la Clerici anche Anna Tatangelo ha partecipato con entusiasmo all'iniziativa: "Io ho un pubblico molto giovane che mi segue e penso sia importantissimo diffondere questo tipo di messaggi anche alle fasce d'età più bassa". "Prendersi cura di noi stessi dall'inizio - ha aggiunto la cantante -, volersi bene è fondamentale". E a fine incontro, è stata proprio la Tatangelo, insieme a medici e volontari, ad accompagnare i giornalisti nel viaggio Roma-Firenze e ritorno del FrecciaRossa durante il quale ha consegnato i vademecum della salute a sostegno dell'iniziativa.

MATERIALI
- Vademecum della salute

LINK
- IncontroDonna Onlus